Source 2016 4th Edition

SOURCE EVENTO (20).JPG

Come ti ho già raccontato in un post precedente, la quarta edizione di Source, self-made design, ha avuto luogo alla fine di Settembre 2016 in un nuovo spazio. Abbiamo lasciato la nostra amata sede della Limonaia di Villa Strozzi per un posto più grande nel centro della città, che meriterà un post a parte in virtù del suo essere così speciale e carico di storia. Se vuoi avere un'idea di cosa è stato, allora guarda questo video dei nostri amici Bloodynose, e leggi questo post, che è un racconto molto personale dell'evento. Clicca su play! 

As already mentioned in a previous post, the fourth edition of Source, self-made design, took place at the end of September 2016 in a completely new location. We left our beloved Limonaia di Villa Strozzi for a larger space in the centre of the city, which is so special that will deserve a dedicated post. If you want to have an idea of what we did, then have a look at this video by our friends Bloodynose, and read this post, which is a very personal view of my experience. Just tap on play now! 

festival evento contenitore

Source è cresciuta sempre di più con le varie edizioni ed è oggi un progetto permanente che porta avanti la sua attività durante tutto l'anno. Ciononostante, l'evento di settembre rimane il momento più importante del nostro lavoro. Appena arrivano i volantini, prendiamo le chiavi dello spazio, presentiamo l'evento alla stampa, il tempo comincia a correre e noi con lui. Ed è già tempo di iniziare. Quest'anno abbiamo potuto contare sull'aiuto degli studenti del Design Campus Firenze, e l'allestimento riproduceva la scritta Source self-made design in Braille.

festival event 

Source has grown more and more with each edition and is now a permanent project carrying on its activity all year round. Still, the event in September still remains the climax of our work. As soon as fliers and posters arrive, have the keys of the location and present the event to the press, things begin to speed up very fast. And it's time to kick off with the festival. 

la mostra

La mostra rimane centrale durante la settimana di Source. Quest'anno sono stati selezionati 80 designer, italiani e stranieri, che hanno presentato il frutto della loro capacità inventiva e professionalità. Infatti, sebbene differissero per forma, materiale, uso, colore, texture e stile, tutti gli oggetti erano autoprodotti e la maggior parte ancora inedita. Per vedere altre foto della mostra e degli oggetti, rimando più in basso alla rassegna stampa. Quest'anno inoltre la mostra si è espansa in tutta la città grazie alla collaborazione con Sharepopup, che ha portato i nostri designer ad esporre in svariati luoghi di Firenze, attivando così nuove connessioni.

the exhibition

The exhibition is central for Source. This year we selected 80 designers, both Italian and international, presenting the fruits of their invention and professionalism. Although different in shape, material, use, color, texture and style, all objects were self-produced, and most them still unreleased. Please go check the press section below for more images of the show and of the objects. Moreover many designers showed their wrk in other venues in the city centre thanks to our collaboration with Sharepopup.

CULTURa e formazione

Ogni anno selezioniamo un team di esperti chiamato DNA - Design Network Academy - con lo scopo di aiutarci a creare un programma di qualità per l'edizione successiva grazie ai loro suggerimenti. quest'anno abbiamo creato un programma molto ricco che consisteva in talks, conferenze, dibattiti, laboratori, attività per bambini, brainstorming sperimentali, presentazioni, colloqui per ottenere un posto come designer presso un'azienda locale, incontri tra soggetti che operano nello stesso settore, consulenze per sviluppo d'impresa. Naturalmente i temi girano attorno quello principale del design, ma in maniera ampia, con un respiro che ambisce all'innovazione coinvolgendo anche gli aspetti sociali, economici e produttivi, fino a dare strumenti utili per la prassi lavorativa a professionisti del settore. Abbiamo parlato di social design, futuro del design, artigianato e design, creazione di immagine digitale, sostenibilità e impatto del design, branding, design di cibo e stile di vita, microcredito per imprese, economia circolare e molto altro. 

CULTURe and learning

Each year we select a team of experts called DNA - Design Network Academy - with the goal of helping us create a quality based program with their hints for the coming edition. This year we had a very rich program consisting in talks, conferences, debates, laboratories, kids activities, experimental brainstormings, presentations, interviews for getting a creative job with a local business, meetings. Of course the subjects revolve around the theme of design, with a wide approach aiming to innovation and involving social, economical, productive aspects, as well as working instruments for professionals. We talked about social design, future of design, artisans and design, digital image, sustainability and impact of design, branding, design applied to food and lifestyle, circular economy and much more. 

 Febbraio 2016. Il gruppo del DNA, Annalisa Rosso, Francesco Faccin e Francesco Zorzi coordinati da Valia Barriello, con i Bloodynose e Danila Paladino nella RKF, nostra sede. PHcredits: Bloodynose

Febbraio 2016. Il gruppo del DNA, Annalisa Rosso, Francesco Faccin e Francesco Zorzi coordinati da Valia Barriello, con i Bloodynose e Danila Paladino nella RKF, nostra sede. PHcredits: Bloodynose

NEGOZIO TEMPORANEO

Il quarto negozio temporaneo che abbiamo aperto in un solo anno, dimostra il nostro impegno nel seguire i nostri designers in tutto il processo dell'autoproduzione. L'ultimo step è infatti quello della vendita al pubblico, un test che tutti gli autoproduttori devono prima o poi superare, quindi fondamentale per sostenere il loro lavoro. Questa volta il negozio era nella galleria delle Murate, un altro bello spazio offerto dalla nuova location e realizzato in collaborazione con Florence Factory. Come già accennato, lavoro per Source fin dall'inizio, e sono stata felice di cogliere anche questa opportunità nella veste di autoproduttrice con il progetto "Arte da indossare". Sono felice di vedere il mio lavoro in così bella compagnia e credo che le immagini seguenti lo dimostrino bene. Dato che è impossibile nominare tutti i talentuosi creatori degli oggetti nelle foto, vi invito a guardare la mia pagina Facebook dove li troverete citati, così come nella rassegna stampa in basso.

TEMPORARY SHOP

Our fourth temporary shop in only one year is the evidence of our committment to following our designers in each step of their productions. The last one is selling to the public, a test that each designer needs to pass in order to make their work sustainable. This time the shop was located in the Galleria delle Murate, another nice place our new location offers, in collaboration with Florence Factory. As I already mentioned, I multitask for Source since the beginning, and was glad to join as a designer with my "Wearable Art" project. I'm so glad to see my work in such a great company and I think the following images show it very well. Since it's impossible to mention all the talented designers whose great products you can see in the pics, please go to my Facebook page to find more captions, descriptions and credits. 

ringraziamenti

Impossibile nominare tutti i designer, collaboratori, professori, musei, professionisti, consorzi, studenti, gruppi di persone, tirocinanti, volontari, istituzioni pubbliche, banche, media partners, istituzioni private, fondazioni, aziende, sponsor, mascotte, università, esperti, giornalisti, associazioni, artigiani, architetti, consulenti, creativi, ufficio stampa, startup, hub, amici e anche visitatori che hanno aiutato a far crescere il nostro lavoro anno dopo anno, ad aumentare i contatti, il valore, le idee, le contaminazioni. E sono anche sicura di aver dimenticato molto, per questo rimando al sito, esaustivo, di Source, self-made design. Ma quello che tutti meritano è un grande grazie! Perchè sappiamo bene che per essere creativi ci vuole coraggio. 

thank yous

It is impossible to mention all the designers, collaborators, professors, museums, professionals, consortiums, students, groups of people, trainees, volunteers, public institutions, banks, media partners, private institutions, foundations, businesses, lovely sponsors, mascottes, universities, experts, journalists, associations, artisans, architects, counselors, creatives, press office, startups, hubs, friends and even visitors that helped our work to grow rich in contacts, values and ideas one year after the other. You can read those names in the website of Source, self-made design. But what is sure is that they really deserve a big thank you! Because we do know that creativity takes courage.

stampa

Vuoi approfondire? Ecco una parte di rassegna stampa con link a tanti siti con articoli interessanti, belle foto, e interviste. 

PRESS

Curious to know more? Here is a part of our press review with many links to sites talking about us with nice pics and interviews.  

ARCHIPORTALE - AD - DOMUS LA CASA IN ORDINE, PROGRAMMA - ZERO - CASABELLA - CONTRORADIO, INTERVISTA A STEFANO MICELLI - ABITARE LA CASA IN ORDINE, INTERVISTA A ROBERTO RUBINI - CONTRORADIO, INTERVISTA A ROBERTO RUBINI - - LA REPUBBLICA, FIRENZE - CONTRORADIO PRESENTAZIONE EVENTOSOCIAL MEDIA MANAGERPROFESSIONE ARCHITETTO - LA CASA IN ORDINE, 4 EDIZIONE - - PORTALE GIOVANI FIRENZEITALIA 7CONTRORADIO, BLOG, SPAZI IN DISUSOARTE MAGAZINEARTRIBUNE, INTERVISTA A ROBERTO RUBINIARTRIBUNE, FESTIVALICON DESIGNPASSIONE DESIGNTOSCANA DAYLA NAZIONELA CASA IN ORDINE, AAA CERCASI - BLOGO

e infine UN PERSONALISSIMO GRAZIE agli operativi

Manuel Marin (operativo nonostante il dottorato), Valia Barriello (un'adozione felice che ora include due patati), Oliviero Martini alias Mr Ollivander (troverà nel suo negozio la bacchetta magica che fa per voi), Gaia Colusso (basta guardare questa donna per essere calmi e sul pezzo), Anna Santini (altrimenti detta La Santa, disponibile carina sorridente anche quando i corrieri arrivano in 20 nello stesso secondo), Giacomo Garziano (you know you rock!), Ottavia Barone (sempre presente), Federica Zombi (una garanzia per bravura e gentilezza), Giovanni Bartolozzi, Massimiliano Ravidà, Simone Passaro (riconfermatissimi! grazieeee!), Camilla e Pilar di OMA (per il supporto personale, anche quando il cellulare con gran tempismo si tuffa in acqua), Laura DeBenedetto (anche lei per l'affettuoso supporto), Massimiliano Cosi, Giuseppe Digennaro, Salvatore Graziani (ma com'è bello quel video!!! e non solo quello), Sara Chiarello (per essersi sempre più avvicinata al nostro gruppo durante l'evento), Maria Zipoli (a cui mancava un gruppo con energia e visione e dice di averlo trovato in noi), Lorenza Soldani (per la gestione della mostra parallela e per aver lasciato uno stipendio in negozio), Marcello Benevento (DJ ufficiale), alle amiche di RKF (una risposta ad ogni esigenza)... L'avevo detto che erano troppi.

Ma...chi ho dimenticato? Ah ecco, il project manager Roberto Rubini per aver immaginato e reso possibile tutto questo (ma come hai fatto!?!).